Stefano Righetti  ha studiato a Bologna, Pisa e Parigi. Negli anni 90 ha co-fondato e diretto la rivista La Stanza Rossa (La Stanza Rossa. Trasversalità artistiche e realtà virtuali negli anni Novanta, Costa&Nolan; Milano 2007).Tra le sue maggiori pubblicazioni: Soggetto e Identità. Il rapporto anima-corpo in Merleau-Ponty e Foucault, Mucchi, Modena 2006; Letture su Michel Foucault, Liguori, Napoli 2011; Foucault interprete di Nietzsche. Dall'assenza d'opera all'estetica dell'esistenza , Mucchi, Modena 2012; Etica dello spazio. Per una critica ecologica al principio della temporalità nella produzione occidentale, Mimesis, Milano 2015; La ragione ecologica. Saggi intorno all'etica dello spazio, Mucchi, Modena 2017; e il pamphlet Ecoinciviltà. La ragione ecologica spiegata all'umanità civile, Mucchi, Modena 2020. Insegna Estetica presso l'Accademia di Belle Arti di Ravenna e l'Accademia di Belle Arti di Genova.

. Il liberismo e la povertà
. La fuga da Kabul nel mondo che brucia
. L'uso disinvolto del termine biopolitica
. Il senso della parola "libertà" per la destra
. Che ne è stato della decrescita?
. L'attesa della "normalità"
. Sulla retorica del lavoro
. Marcuse e la critica della tolleranza
. Ma è davvero tornata la storia?
. Husserl, la scienza e l'ecologia
. La letteratura, l'arte e l'impegno: a partire da Walter Siti
. Marcuse: una lettura dell'arte sempre attuale
. L'attrazione postmoderna per la fiction
L'an-estetico come cifra culturale
. In che senso si può parlare oggi di differenza?
. La crisi pandemica del concetto di «folla»
.  La paura e il mantra del «sistema»: salvare il capitale
. Una critica del presente