Vincenzo Scalia è professore associato di Sociologia della Devianza all’Università di Firenze. Ha insegnato e svolto ricerca in Inghilterra (Anglia Ruskin, Winchester), Messico (Universidad Autonoma de Tlaxcala), Argentina (Universidad del Museo Social): Attivo nel campo della criminologia critica sin dalla seconda metà degli anni novanta, il suo primo libro è stato Migranti, devianti e cittadini. Uno studio sui processi di esclusione (2005), l’ultimo è stato Le filiere mafiose (2016). Di prossima uscita, Incontri troppo ravvicinati? Gli abusi di polizia in Italia (2022).

. Quando il potere chiama il potere: le narrazioni sulla mafia
. Il controllo sociale in tempo di populismo